Politica Esteri

Cannabis medica: come è regolata in Olanda, Repubblica Ceca e Croazia? Ecco come secondo il primo rapporto pubblicato dall' 'European Monitoring Centre For Drugs And Drug Addiction'

Uso medico di cannabis e cannabinoidi in Olanda

Il caso olandese è un esempio di un sistema di lunga tradizione che consente un accesso relativamente ampio ai cannabinoidi medicinali e ai preparati di cannabis, con il permesso di prescrizione concesso a qualsiasi medico. Nei Paesi Bassi, i prodotti medicinali contenenti nabiximols sono disponibili come farmaci autorizzati. Però, dal 2003, la legge olandese ha permesso anche a qualsiasi medico di prescrivere la cannabis per trattare i sintomi legati a condizioni incluse, ma non limitate a, la sclerosi multiplaHIV, cancrosindrome di Tourette. Linee guida dall’ufficio della cannabis medica presso il Ministero della salute, Welfare e Sport riconoscono che ci sono stati positivi esperimenti con molte altre indicazioni e consentono al medico di giudicare se la cannabis aiuterà le condizioni del paziente. Un medico dovrebbe prescrivere la cannabis solo se i trattamenti standard e medicinali registrati non hanno avuto l’ effetto desiderato o stanno causando troppi effetti collaterali. Nel sistema olandese, la cannabis è prodotta sotto licenza da una società privata, Bedrocan, per soddisfare la qualità standard. È dispensata da farmacista a pazienti con una prescrizione medica (Bogdanoski, 2010). L’azienda produce cinque prodotti, con vari livelli di THC e CBD , in fiore essiccato e forma granulata. Questa compagnia ha anche fornito diversi altri paesi europei che hanno iniziato nuovi programmi per l’uso medico di cannabis. Le caratteristiche del paziente sono state riportate in due studi. Hazekamp e Heerdink (2013) hanno riportato le caratteristiche di 5 540 pazienti cui sono stati prescritti cannabis per uso medico nei Paesi Bassi tra il 2003 e il 2010. L’incidenza di nuovi utenti ha raggiunto il picco di 5 ogni 100 000 nei primi 2 anni dello schema e successivamente declinato a 3 per 100.000. L’annuale prevalenza dell’uso medico della cannabis varia tra 8 e 10 per 100.000 tra il 2005 e il 2010. I farmaci alla cannabis prescritti ai pazienti olandesi sono stati utilizzati principalmente per il trattamento del dolore cronico. Più recentemente, de Hoop et al. (2018) hanno fornito informazioni sui pazienti che hanno avuto accesso alla cannabis nell’ambito dello schema tra il 2013 e il 2016. La prevalenza dell’uso medico di cannabis è aumentato da 6,9 a 100 000 nel 2010 a 24,6 per 100 000 nel 2016. La proporzione di donne tra i pazienti è diminuita marginalmente (dal 57% al 51%), ma non c’è stato alcun cambiamento di età, dose giornaliera media di cannabis (0,64 g vs 0,73 g) o durata media di utilizzo (251 e 254 giorni). Gli autori hanno attribuito l’aumento della prevalenza al fatto che anche gli oli di cannabis sono stati permessi dal 2015.

Uso medico di cannabis e cannabinoidi in Repubblica Ceca

La Repubblica ceca gestisce una politica che illustra come un Paese può consentire i farmaci cannabinoidi e la cannabis per uso medicinale in un modo strettamente limitato. I prodotti contenenti dronabinolo o nabilone non sono disponibili come medicinali autorizzati. Sativex è un medicinale autorizzatoma non è rimborsato dal sistema sanitario nazionale o dalle compagnie di assicurazione sociale e attualmente non è commerciata. La Repubblica Ceca consente ai pazienti di usare preparazioni di cannabis per scopi medici. Una legge che consente l’ uso medico risale al Dicembre 2013. Solo un numero limitato di medici ricorrono alla prescrizione (cancro, morbo di Parkinson malattia, sclerosi multipla e psoriasi), come indicato in
un avviso ministeriale del 2015. La prescrizione è limitata a medici specialisti (attualmente 57), come
oncologi e psichiatri. La distribuzione è attualmente limitata a 41 farmacie. Dal 2018, l’importo massimo che può essere prescritto a un paziente è stato di 180 g al mese. La fornitura inizialmente proveniva da Bedrocan nei Paesi Bassi, ma la coltivazione domestica da parte di un produttore monopolistico ora fornisce al governo delle varietà di cannabis definite per distribuzione. Il primo raccolto domestico è stato consegnato a farmacie nel marzo 2016. Il prezzo finale per il paziente è circa 3,70 EUR per grammo, che non è rimborsato dal sistema sanitario nazionale o dalle compagnie di assicurazione sociale.

Uso medico di cannabis e cannabinoidi in Croazia

La politica in Croazia offre un maggiore accesso alle cure mediche cannabinoidi e cannabis che in Repubblica Ceca, ma meno di in Germania o nei Paesi Bassi. In Croazia, medicinali contenenti dronabinolnabiximols e nabilone sono disponibili, con il primo prescritto per i sintomi di cancro e AIDS. Non è rimborsato dal sistema sanitario nazionale o dall’assicurazione sociale delleaziende. Non vi è alcuna autorizzazione di marketing per questi prodotti, ma possono essere importati in base alle prescrizioni per singoli pazienti rilasciati da medici sanitari seguendo la raccomandazione di un medico specialista. Come risultato dei media e della pressione pubblica a sostegno di alcuni pazienti, nell’ottobre 2015 era la legge nazionale a consentire ai farmaci che contengono THC di essere prescritti solo per un numero limitato di condizioni mediche, cioè la sclerosi multipla, il cancro, l’epilessia e l’AIDS. Sebbene sia necessaria una raccomandazione iniziale di un neurologo, di uno specialista in malattie infettive o patologie tumorali, è possibile per qualsiasi medico generico o familiare prescrivere. La prescrizione dovrebbe indicare l’importo di THC in una singola dose, il numero di dosi individuali, forma della droga, dosaggio e modalità d’uso e, se applicabile, specificare anche il tipo di farmaci a base di erbe e di erbe preparazione che dovrebbe essere usata. La quantità prescritta può essere sufficiente per un massimo di 30 giorni di utilizzo, fino a un massimo quantità ammissibile di 7,5 g di THC. I prodotti Tilray sono importati in Croazia e non sono rimborsati.

 

 

Traduzione e sintesi di una parte del capitolo ‘What approaches to allowing the medical use of cannabis and cannabinoids have countries used?‘ del primo rapporto pubblicato dall’ ‘European Monitoring Centre For Drugs And Drug Addiction‘, ‘Medical use of cannabis and cannabinoids

Cannabis medica: come è regolata in Olanda, Repubblica Ceca e Croazia? Ecco come secondo il primo rapporto pubblicato dall' 'European Monitoring Centre For Drugs And Drug Addiction'">