Economia Esteri

Borsa: canapa, settimana contrastata per Canada e USA Borsino andamento principali titoli canapa industriale

Le principali Borse canapa a livello mondiale, Canada e USA, intorno alla data del 7 agosto hanno vissuto una settimana caratterizzata da un andamento parecchio contrastato, in entrambi i casi si chiude con valori negativi, sebbene nel caso americano ci sia stato un recupero davvero notevole in chiusura della settimana. Nell’era del Covid-19 le Borse internazionali risentono di tutte le variabili in essere nel contesto internazionale.

Indice Marijuana Canada 222.15

In data 7/8/2020 è

Negativo: -1,63

Costituenti: 18

Cambio: -0,73%

Prezzo di apertura: 224.38

Volume Totale: 31.90 m

Il picco nell’andamento di decrescita del valore dei titoli produzione canapa e marijuana è

30 luglio 2020 ore 10,30 AM raggiunto 220.34

31 luglio 2020 ore 10,30 AM raggiunto 221,14

4 agosto 2020 ore 10,30 AM raggiunto 221.19

5 agosto 2020 ore 10,30 AM raggiunto 224.35

6 agosto 2020 ore 10.30 AM raggiunto 224.83

6 agosto 2020 ore 01,30 PM raggiunto 222.14

Indice Marijuana Stati Uniti 47.95

In data 7/8/2020

Negativo: -0.07

Costituenti: 31

Cambio: -0,15%

Prezzo di apertura: 48.09

Volume Totale: 9.60 m

Il picco nell’andamento di decrescita del valore dei titoli produzione canapa e marijuana è

30 luglio 2020 ore 10,30 PM raggiunto 44.99

31 luglio 2020 ore 10,30 AM raggiunto 46.20

3 agosto 2020 ore 10,30 AM raggiunto 46.77

4 agosto 2020 ore 10,30 AM raggiunto 47.58

5 agosto 2020 ore 10.30 AM raggiunto 47.93

6 agosto 2020 ore 10.30 AM raggiunto 47.78

Andamento borsistico aggiornato in data 7 agosto 2020

Uno sguardo contestualizzato alla data del 7 agosto 2020. Lo scenario globale delle società che operano nella lavorazione, coltivazione, trattamento e commercializzazione di canapa e le novità di un mercato di settore in forte fermento. Innovazione tecnologica, scoperte, variazioni economico/finanziarie, nuove opportunità di crescita, nonostante la crisi del Coronavirus a livello mondiale.

Società CBD del Colorado stabilisce accordo di distribuzione con marchio sportivo specializzato nel Golf

Una società operante nel settore della canapa e del CBD del Colorado con particolare attenzione ai clienti, nel campo del golf ha stretto una partnership di distribuzione con una grande società di gestione e marketing di mazze da golf per ampliare la portata del marchio nel settore. L’olio di canapa a tutto spettro di Synchronicity della serie Functional Remedies sarà distribuito attraverso mazze da golf e gestito da Scottsdale, con sede a Troonin Arizona, negli Stati Uniti, sfruttando la programmazione al dettaglio del marketer e il marketing su misura per gli appassionati di golf. Functional Remedies mira da tempo all segmento del golf, siglando accordi di sponsorizzazione con professionisti attuali e precedenti e sponsorizzando un torneo nel tour di golf maschile senior della PGA. Troon è una società di gestione di proprietà privata con 43 Stati. Gestisce oltre 475 campi da golf a 18 buche, nonché associazioni di proprietari di case, club di residenze private e altri luoghi di ospitalità. Il marchio Synchronicity si è affermato tra i golfisti professionisti, quindi la partnership Troonsi adatta bene ai rimedi funzionali, secondo il CEO della compagnia Andrew Campbell. I prodotti di Synchronicitycontengono estratti di canapa a spettro completo ma non menzionano specificamente il CBD.

La Georgia fissa tasse più alte per i processatori e le vendite fuori dallo Stato con una nuova apposita legge di settore

I regolamenti per la nuova industria della canapa della Georgia sono ora in vigore, consentendo vendite di canapa fuori dallo Stato, costi di lavorazione delle escursioni e attuazione delle regole di trasporto. I trasformatori di canapa dovrebbero pagare una tassa di autorizzazione di $25.000 al Dipartimento dell’Agricoltura dello Stato il primo anno e $50.000 ogni anno successivo. Le tasse sono molto più alte di quelle che la Georgia ha fissato l’anno scorso ferme a $10.000 quando ha legalizzato la canapa in crescita, secondo quanto riportato dall’Atlanta Journal Constitution. Il Governatore della Georgia Brian Kemp ha firmato la legislazione il 22 luglio ed è diventata immediatamente legge. Il trasporto della canapa ora richiede anche pratiche burocratiche adeguate. Uno degli obiettivi della legge è chiarire la confusione durante le fermate del traffico quando un ufficiale deve distinguere tra canapa e marijuana, che possono avere un aspetto e un odore identici. Con le scartoffie, gli agenti possono evitare di dover testare un impianto per il THC. Chiunque abbia la canapa senza una licenza dovrebbe affrontare le stesse penalità del possesso di marijuana in Georgia, inclusi il carcere e le multe. Controlli di fondo e impronte digitali sarebbero richiesti anche ai proprietari o ai dirigenti della coltivazione della canapa o alle operazioni di ricerca.

Nel mezzo della incertezza legale, i produttori di CBD olandesi lanciano una opportuna strumentazione per verificare la catena di fornitura

Più di due dozzine di produttori olandesi di cannabidiolo stanno autocertificando i loro prodotti e condividendo i risultati di laboratorio e le origini dei prodotti con i consumatori – una mossa per favorire la trasparenza e la responsabilità in mezzo all’incertezza sul futuro dei prodotti a base di cannabidiolonell’Unione europea. La Cannabinoid Association of the Netherlands (CAN) ha annunciato giovedì il lancio di CanCheck.org. La mossa arriva mentre i regolatori europei stanno segnalando domande su come dovrebbe essere regolato il CBD. Attualmente in Europa, i cannabinoidi, incluso il CBD, devono essere valutati dalle autorità dell’UE prima di poter essere immessi sul mercato. La regola è lasciata agli Stati membri da applicare, dando ai produttori europei di CBD un mosaico di regimi di applicazione da navigare, un po’ come negli Stati Uniti. Ma il mese scorso, dopo mesi di deliberazioni a porte chiuse, la Commissione europea ha affermato di aver ritenuto in via preliminare che il CBD e altri estratti di cannabis dovrebbero essere trattati come narcotici ai sensi delle convenzioni delle Nazioni Unite. Se questa posizione venisse ufficialmente adottata, il CBD non verrebbe legalmente classificato come alimento. La commissione non ha ufficialmente messo in pausa le nuove recensioni sulle applicazioni alimentari, mentre delibera il suo prossimo piano d’azione.

Le nuove linee guida portoghesi risolvono mesi di notevole incertezza

I coltivatori di canapa in Portogallo hanno ottenuto una tanto attesa chiarezza sul controllo delle colture questa settimana dopo che è entrata in vigore la legislazione che nomina gli organismi regolatori del paese per le colture di canapa. Secondo le linee guida entrate in vigore mercoledì, la coltivazione della canapa industriale certificata UE in Portogallo sarà regolata da quattro agenzie statali: 1) Istituto per il finanziamento dell’agricoltura e della pesca. 2) La polizia giudiziaria. 3) La Guardia Nazionale Repubblicana. 4) La polizia di pubblica sicurezza. Le regole impongono ai coltivatori di richiedere l’autorizzazione alla Direzione generale degli affari alimentari e veterinari (DGAV). Il costo per l’applicazione è di € 50 ($ 59), più il costo delle prove di laboratorio ove necessario. Gli imprenditori della canapa hanno incoraggiato l’annuncio delle regole.

Marchio canadese-australiano allestisce team per creare mercato CBD nell’area Asia-Pacifico                                        

Un importante coltivatore di serre con sede in Canada ha siglato un accordo per l’acquisto di parte di un venditore di cannabinoidi in Australia per sostenere le sue ambizioni di entrare nel mercato del CBD nella regione Asia-Pacifico. Village Farms International, un coltivatore con serre e serre partner in Canada, Stati Uniti e Messico e una grande operazione di cannabis nella Columbia Britannica, ha detto martedì di aver raggiunto un accordo vincolante per acquisire una quota del 6,6% di Altum International, un B2B australiano e Fornitore B2C di prodotti a base di cannabinoidi. Village Farms ha la possibilità di aumentare la sua proprietà in Altum a condizioni simili. I termini completi dell’acquisizione non sono stati resi noti. Altum serve i consumatori in tutta la regione Asia-Pacifico attraverso l’importazione, la distribuzione e la commercializzazione su larga scala di prodotti a base di CBD.

 

 

Dati tratti da

 https://www.dailymarijuanaobserver.com/

Marijuana Investments Data base

https://www.dailymarijuanaobserver.com/marijuana-stock-database

Borsa: canapa, settimana contrastata per Canada e USA Borsino andamento principali titoli canapa industriale">