Economia Esteri

Borsa: canapa, Canada torna a respirare, USA chiude in rosso Borsino andamento principali titoli canapa industriale

Le principali Borse canapa a livello mondiale, Canada e USA, intorno alla data del 3 luglio hanno segnalato un andamento estremamente volatile, molti i fattori che rendono instabile il clima nelle Borse a livello mondiale, compresa la situazione di Hong Kong, un certo clima di guerra fredda in atto tra USA e Cina e il Covid-19.

Indice Marijuana Canada 217.08

In data 3/7/2020 è

Positivo: +0,23

Costituenti: 18

Cambio: 0,11%

Prezzo di apertura: 219.43

Volume Totale: 22.95 m

Il picco nell’andamento di crescita del valore dei titoli produzione canapa e marijuana è

25 giugno 2020 ore 10,30 AM raggiunto 229.37

26 giugno 2020 ore 10,30 AM raggiunto 221.71

29 giugno 2020 ore 10,30 AM raggiunto 219,56

30 giugno 2020 ore 10,30 AM raggiunto 214.36

2 luglio 2020 ore 10,30 AM raggiunto 217.85

2 luglio 2020 ore 4.00 PM raggiunto 217.12

Indice Marijuana Stati Uniti 39.53

In data 3/7/2020

Negativo: -0.61

Costituenti: 31

Cambio: -1,52%

Prezzo di apertura: 39.59

Volume Totale: 10.93 m

Il picco nell’andamento di decrescita del valore dei titoli produzione canapa e marijuana è

25 giugno 2020 ore 10,30 AM raggiunto 39.73

26 giugno 2020 ore 10,30 AM raggiunto 38.79

29 giugno 2020 ore 10.30 AM raggiunto 38.41

30 giugno 2020 ore 10.30 AM raggiunto 39.18

1° luglio 2020 ore 10,30 AM raggiunto 39.88

2 luglio 2020 ore 10,30 AM raggiunto 39.44

2 luglio 2020 ore 03,00 PM raggiunto 39.53

Andamento borsistico aggiornato in data 3 luglio 2020

Uno sguardo contestualizzato alla data del 3 luglio 2020. Lo scenario globale delle società che operano nella lavorazione, coltivazione, trattamento e commercializzazione di canapa e le novità di un mercato di settore in forte fermento. Innovazione tecnologica, scoperte, variazioni economico/finanziarie, nuove opportunità di crescita, nonostante la crisi del Coronavirus a livello mondiale.

Società del Colorado che vendeva presso i punti vendita Dick’s Sporting Goods denunciata per bancarotta

Una società di CBD con sede in Colorado che ha venduto una linea di prodotti a base di cannabidiolo nei negozi di articoli sportivi di Dick in tutta la nazione ha presentato domanda per la protezione del fallimento del capitolo 11. Myaderm, una società di Englewood, nella sua dichiarazione di fallimento del 28 giugno ha dichiarato di dover debitori da qualche parte tra $ 1 milione e $ 10 milioni. La società ha stimato il proprio patrimonio tra $ 500.000 e $ 1 milione. Myaderm ha iniziato a vendere una CBD Sport Cream nei 200 negozi di articoli sportivi di Dick in tutto il paese nel dicembre 2019. Myaderm vendeva anche in 35 negozi Golf Galaxy a livello nazionale. All’epoca in cui ha iniziato a vendere i prodotti di Myaderm, il senior buyer di Dick Sporting GoodsRegan Drew ha dichiarato che la società era “entusiasta di offrire ora prodotti a base di CBD come parte della nostra offerta di medicina sportiva”. La catena di articoli sportivi ha sede a Corapolis, in Pennsylvania.

Fonte HIDC: collaborare per concludere accordi di distribuzione di canapa da fumo e altri prodotti derivati dalla canapa

“I maiali ingrassano, i maiali vengono massacrati” – e questo è un buon modo di pensare a cercare grandi accordi di distribuzione per prodotti di canapa fumabili, secondo Jackson Garth, CEO di Verde Leaf Group, un operatore di canapa integrato verticalmente con sede ad Atlanta. Garth ha detto agli imprenditori della Hemp Industry Daily Conference Direct che cosa intendeva dire con quel linguaggio che era che le aziende avranno un tempo più facile ottenere accordi di distribuzione se sono disposti a collaborare con marchi che hanno già accesso ai rivenditori tradizionali, invece di provare a farlo solo.“Trova i gruppi che si sono già inoltrati nei luoghi in cui stai cercando di entrare. … Quindi chiedi “Come possiamo collaborare insieme e cosa ci facciamo l’un l’altro?” “, Ha detto. Garth ha descritto come è stato in grado di ottenere i prodotti della sua azienda in una grande catena di minimarket prevalente nel sud – lavorando all’indietro. “Sta trovando la persona che sta finendo di acquistare, scoprendo le aziende che hanno, entrando in contatto con quelle aziende e poi parlando di fare una sorta di joint venture”, basato sulle sinergie esistenti e su come i prodotti delle due aziende possano essere co promosso, ha detto Garth. “Non sarai in grado di farlo da solo”.

Fonte HIDC: man mano che l’industria della canapa veniva strutturata, la popolarità diventava sempre più inaspettata

L’aumento di popolarità del CBD negli ultimi anni è stata una sorpresa per l’industria della canapa, che per prima ha previsto altri usi per l’impianto, inclusi combustibile e fibre per i tessuti, secondo un avvocato di Denver. “Le leggi sono modellate dai prodotti e dalle attività che prevediamo”, ha dichiarato Andrew Livingston, direttore dell’economia e della ricerca dello studio legale Vicente Sederberg, durante la conferenza diretta del settore della canapa. “Già nel 2012, 2013, ancora prima, quando ero all’università sostenendo la canapa industriale, stavamo parlando di come la canapa salverà il mondo per fibra, carburante, biopartite“, ha detto. “Sì, abbiamo anche parlato della cannabis per i suoi prodotti palliativi e medicinali, ma non stavamo parlando del CBD nel 2010 allo stesso modo in cui ne parliamo oggi.” Livingston ha affermato a lungo che tutte le discussioni sulla canapa sono state nei suoi usi industriali. “Il fatto che siamo in qualche modo in ritardo nel regolare i prodotti a base di CBD a livello federale era perché quelle discussioni culturali sottostanti sulla canapa non erano nelle tinture, né nelle gomme al CBD, né nelle penne Vape del CBD – erano in semi, fibre e materiali da costruzione, che non esistono in questo tipo di aree grigie”.

Università del Texas, siglata intesa di ricerca sugli effetti della illuminazione sui terpeni da canapa ed altre molecole  

L’Università del Texas ad Arlington sta collaborando con un’azienda che coltiva luce per ricercare diversi effetti di luce sui terpeni e altre molecole di canapa. Kevin Schug e UTA Collaborative Laboratoriesfor Environmental Analysis and Remediation dell’Università stanno lavorando con Curtis Mathes Grow Lights Inc., la società ha annunciato martedì. Curtis Mathes Grow Lights è una filiale di Light Engine Design Corp. “Mentre ipotizziamo che la commutazione spettrale e la commutazione della luce rossa supplementare avranno effetti profondi sulla crescita delle piante e sull’espressione fitochimica, non ci sono molti dati disponibili nel settore della canapa che lo esplorano”, ha affermato Robert Manes, COO di Light Engine Design Corp. La società non ha detto quanto prevede di spendere per la ricerca o quanto tempo potrebbe richiedere. Light Engine Design Corp. ha sede a Phoenix e opera in mercati over-the-counter come TLED.

Il produttore di canapa dell’Oregon sfritta la partnership, la presenza al dettaglio al fine di ottenere esposizione naturale, espandendo la propria presenza 

Mentre è ancora abbastanza piccolo, East Fork Cultivars è diventato uno dei coltivatori di cannabis più rispettati nel nord-ovest del Pacifico. L’azienda a conduzione familiare con sede a Takilma, Oregon, quest’anno vuole aumentare il proprio profilo sfruttando al contempo le opportunità di guadagno nazionali. Dopo il lancio nel 2015 come coltivatore di canapa ricca di CBD attraverso metodi di coltivazione sostenibili e coltivati ​​al sole, East Fork Cultivars si è espanso nella marijuana a predominanza di CBD. Ora, la società dell’Oregon vuole commercializzare la sua cannabis con marchi negli Stati Uniti.Un modo in cui East Fork spera che ciò accada è l’apertura di una presenza commerciale a Portland, nell’Oregon, in autunno. In quello spazio, i clienti saranno in grado di consumare prodotti infusi con CBD e conoscere la linea di semi commerciale dell’azienda.“L’anno scorso abbiamo registrato ricavi per poco più di $ 2 milioni, quindi siamo ancora di dimensioni piuttosto ridotte”, ha dichiarato a Marijuana Business Magazine Mason Walker, CEO e comproprietario di East Fork. “Tuttavia, la complessità di ciò che facciamo e le nostre prospettive future sono sicuramente più ambiziose della nostra attuale scala”.

 

 

Dati tratti da

 https://www.dailymarijuanaobserver.com/

Marijuana Investments Data base

https://www.dailymarijuanaobserver.com/marijuana-stock-database

Borsa: canapa, Canada torna a respirare, USA chiude in rosso Borsino andamento principali titoli canapa industriale">