Economia Esteri

Borsa: canapa, Canada e USA chiudono in rosso Borsino andamento principali titoli canapa industriale

Le principali Borse canapa a livello mondiale, Canada e USA, intorno alla data del 10 luglio hanno segnalato un andamento con chiusura negativa in entrambi i casi. Troppa incertezza sulle piazze internazionali e grava su tutto la crisi da Covid-19 oltre che la guerra commerciale in atto tra USA e Cina

Indice Marijuana Canada 212.10

In data 10/7/2020 è

Negativo: -3,83

Costituenti: 18

Cambio: -1,77%

Prezzo di apertura: 216.78

Volume Totale: 24.96 m

Il picco nell’andamento di crescita del valore dei titoli produzione canapa e marijuana è

2 luglio 2020 ore 10,30 AM raggiunto 217.85

3 luglio 2020 ore 10.30 AM raggiunto 214.92

6 luglio 2020 ore 10,30 AM raggiunto 216.90

7 luglio 2020 ore 10,30 AM raggiunto 217.94

8 luglio 2020 ore 10,30 AM raggiunto 217,33

9 luglio 2020 ore 10,30 AM raggiunto 213.45

2 luglio 2020 ore 03,00 PM raggiunto 212.13

Indice Marijuana Stati Uniti 38.81

In data 10/7/2020

Negativo: -0.41

Costituenti: 31

Cambio: -1,05%

Prezzo di apertura: 38.94

Volume Totale: 11.54 m

Il picco nell’andamento di decrescita del valore dei titoli produzione canapa e marijuana è

2 luglio 2020 ore 10,30 AM raggiunto 39.44

6 luglio 2020 ore 10,30 AM raggiunto 40.21

7 luglio 2020 ore 10,30 AM raggiunto 39.80

8 luglio 2020 ore 10.30 AM raggiunto 39.15

9 luglio 2020 ore 10.30 AM raggiunto 38.54

10 luglio 2020 ore 02,30 PM raggiunto 38.83

Andamento borsistico aggiornato in data 10 luglio 2020

Uno sguardo contestualizzato alla data del 10 luglio 2020. Lo scenario globale delle società che operano nella lavorazione, coltivazione, trattamento e commercializzazione di canapa e le novità di un mercato di settore in forte fermento. Innovazione tecnologica, scoperte, variazioni economico/finanziarie, nuove opportunità di crescita, nonostante la crisi del Coronavirus a livello mondiale.

Società FDA: molti prodotti a base di CBD ne contengono qualche volta in più, qualche volta in meno rispetto a quanto pubblicizzato

I test sui prodotti infusi con CBD condotti dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti hanno scoperto che molti sono etichettati erroneamente, contenenti molto meno o più CBD di quanto pubblicizzato e in alcuni casi THC che non avrebbe dovuto essere lì. Dei 102 prodotti testati quest’anno che erano etichettati con CBD, 18 avevano meno dell’80% dell’importo indicato, mentre altri 46 erano entro il 20% dell’importo pubblicizzato. Trentotto prodotti avevano oltre il 120% del CBD indicato. I risultati sono stati inclusi in una lettera non datata al Congresso che Hemp Industry Daily ha ottenuto mercoledì. Un portavoce della FDA ha confermato la lettera ma ha rifiutato di commentare i risultati. Complessivamente, la FDA ha testato 147 prodotti. Non tutti sono stati etichettati con CBD, ma 138 contenevano almeno una parte del cannabinoide. Dei 147 prodotti, 72 contenevano un podi THC, sebbene le concentrazioni fossero basse.

Una società colombiana firma un accordo per commercializzare una linea di prodotti per la pelle in Spagna

Una società colombiana ha siglato un accordo per mettere la sua linea di prodotti per la cura della pelle al CBD sugli scaffali di centinaia di farmacie in tutta la Spagna. Khiron Life Sciences ha raggiunto l’accordo con il distributore di cosmetici Red Yellow Red per portare la sua linea di prodotti Kuida CBD in 2.350 negozi in quattro gruppi di distributori, secondo una dichiarazione rilasciata la scorsa settimana. L’accordo rappresenta l’accesso a 20.000 negozi combinati in Spagna e Portogallo. “Red Yellow Red ha una rete di distribuzione ampia e avvincente e un solido programma di vendita e formazione che si allinea al nostro comprovato approccio di accesso al mercato per aiutare un maggior numero di consumatori a integrare Kuida nel loro regime quotidiano di cura della pelle“, ha dichiarato Tejinder Virk, presidente di Khiron Europa nella dichiarazione. Nell’ambito dell’accordo, Red Yellow Red formerà il personale al dettaglio sull’attuale portafoglio Kuida e CBD.

Società canadese che opera nel settore della canapa acquisisce una partecipazione in una operazione di crescita del mercato in Germania

Una società di canapa canadese ha acquistato una partecipazione del 5% in una società di canapa tedesca con un’operazione di coltivazione all’aperto di oltre 1.200 acri. Eurolife Brands, con sede a Toronto, ha dichiarato che sta emettendo 500.000 azioni ordinarie del valore di $ 250.000 e un pagamento in contanti di $ 35.000 per la sua partecipazione iniziale in Farmhus GmbH. Nell’ambito dell’accordo, EuroLife ha il diritto di aumentare la proprietà di Farmhus GmbH fino al 20%. Farmua GmbH ha un “impianto di canapa all’aperto all’avanguardia” vicino a Dresda e circa 110.000 chilogrammi di biomassa di canapa esistente, già raccolta e trasformata, nel suo inventario di stoccaggio. L’azienda dispone inoltre di macchine specializzate per la raccolta e la pulizia, nonché di macchine per l’essiccazione e locali di essiccazione. EuroLife ha dichiarato nel suo comunicato stampa che il suo obiettivo è “diventare una delle più grandi aziende di salute e benessere in Europa“.

Società canadese del settore cannabis acquisisce un produttore CBD del Massachusetts  

Future Farm Technologies, con sede a Vancouver, nella British Columbia, afferma di aver terminato il consolidamento con High Purity Natural Products, una società di Southbridge, Massachusetts, che produce CBD white label e disinfettante per le mani. Le società hanno annunciato la loro fusione martedì. Future Farm Technologies è specializzata nella produzione di marijuana indoor, ma prevede di coltivare e trattare la canapa negli Stati Uniti. Le aziende hanno dichiarato in una dichiarazione che la fusione “attua immediatamente un importante passo nella strategia chiave di Future Farm: diventare un fornitore leader di prodotti per la salute e il benessere di alta qualità, compresi quelli che contengono CBD derivato dalla canapa e altri composti”. I termini della fusione includono Future Farm che acquisisce il 100% delle quote di partecipazione in circolazione di High Purity, che ora è una consociata interamente controllata. Anche la Future Farm sta dando il massimo.

Società di bevande di Denver fa causa a Nashville per infrazione alla legge sul copyright                                        

Una società di Denver che vende una linea di bevande sportive a base di CBD ha citato in giudizio una società di bevande del Tennessee per violazione del copyright, sostenendo che l’attività di Nashville sta vendendo prodotti con nomi quasi identici al marchio Denver. La causa del 26 giugno di Defy LLC, presentata presso il tribunale federale del Colorado, afferma che Defiance Brands, Inc. sta vendendo una linea di bevande sportive denominata DEFY LIMITATION e DEFY LIMITATIONS. Le bevande sportive di Defy sono chiamate DEFY e DEFY FOR THE ACTIVE LIFESTYLE. “Grazie al suo investimento significativo, Defy ha ottenuto una buona volontà e un notevole riconoscimento da parte dei consumatori nei marchi DEFY per l’uso in relazione a bevande arricchite di nutrienti e prodotti correlati”, affermano gli avvocati di Defy nella causa. Aggiungono che Defiance Brands ha iniziato a vendere il proprio marchio di bevande in questione “anni dopo il primo utilizzo da parte di Defy dei suoi” prodotti. Hall of Fame Broncos che corre indietro Terrell Davis è uno degli investitori e fondatori di Defy. È anche portavoce dell’azienda.

 

Dati tratti da

 https://www.dailymarijuanaobserver.com/

Marijuana Investments Data base

https://www.dailymarijuanaobserver.com/marijuana-stock-database

Borsa: canapa, Canada e USA chiudono in rosso Borsino andamento principali titoli canapa industriale">